20 Agosto 2019

percorso: Home

Scuola di Formazione

L’Associazione di volontariato “La Famiglia” è impegnata da anni nell’area della formazione: dal 1994, in collaborazione con la SICOF >> (Scuola Italiana Consulenti Coniugali e Familiari), organizza ad Arezzo corsi triennali finalizzati alla preparazione professionale di consulenti familiari.
La Scuola offre un percorso formativo riconosciuto ai sensi della legge 4/2013 (aprendo così la possibilità di esercitare la professione in ambito privato) ed è particolarmente indicata per tutti coloro che sono coinvolti a vario titolo in relazioni d’aiuto (insegnanti, psicologi, operatori sanitari, avvocati, operatori sociali, operatori di volontariato, sacerdoti, catechisti e animatori…). Al di là degli eventuali risvolti professionali, la Scuola ha sempre rappresentato per tutti i suoi allievi un’occasione straordinaria di crescita personale nella conoscenza di sé e nell’attivazione di cambiamenti positivi. È riconosciuta dall’Associazione Italiana Consulenti Coniugali e Familiari (AICCeF) che per divenirne Socio Effettivo abilitato all'esercizio della professione, il Consultorio propone il Tirocinio Formativo vedere>> , richiesto e in aderenza alle direttive AICCeF, dedicato a coloro che hanno conseguito il Diploma di Consulente Familiare.
Obiettivi della scuola
La Scuola si propone come obiettivo la formazione del consulente familiare attraverso un percorso finalizzato a:
  • attivare e favorire processi di crescita personale e di gruppo;
  • apprendere la metodologia e la tecnica della consulenza familiare;
  • favorire la preparazione e l’aggiornamento attraverso l’approfondimento di conoscenze teoriche su temi che si riferiscono alla persona, alla famiglia e alla coppia.
Ammissione
Al corso possono accedere (previo colloquio motivazionale) coloro che abbiano compiuto 18 anni e siano in possesso del titolo di diploma di Scuola media superiore quinquennale o di laurea.
Struttura del corso
Il percorso formativo ha una durata di tre anni. Per ogni annualità sono previsti:

1) 13 Training Group
2) 12/13 lezioni teoriche
3) 2 seminari residenziali di due giorni a Roma (dal sabato mattina alle 14.00 della domenica con pernottamento incluso).

Training Group
Costituiscono per la nostra scuola la parte centrale della formazione del futuro consulente che, attraverso la dinamica di gruppo, impara a conoscersi nella relazione interpersonale, affinando le capacità dell’ascolto e le conoscenze metodologiche della Consulenza Familiare. Nel primo anno si lavorerà sull’autoconsapevolezza ed il riconoscimento delle proprie risorse e dei propri limiti. Nel secondo anno è previsto il proseguimento del lavoro personale iniziato nel primo anno con l’accento sulle dinamiche relazionali all’interno del gruppo. Nel terzo anno si apprenderanno le tecniche e le metodologie attraverso l’esperienza diretta o indiretta dei casi senza escludere però la continua crescita personale.
I Training Group sono gestiti da un unico conduttore nell’arco di tutto il triennio.

Lezioni teoriche

Le lezioni teoriche si strutturano attorno alle seguenti aree:
1) la filosofia e l’antropologia della Scuola;
2) gli approcci teorico-pratici della psicologia rogersiana, della Gestalt, dell’Analisi
Transazionale;
la coppia e la famiglia (la relazione di coppia, la sessualità, il ciclo di vita della famiglia, la sociologia della famiglia);

1) la genitorialità;
2) psicologia dell’età evolutiva, della pre-adolescenza e dell’adolescenza;
3) l’adozione e l’affido;
4) la consulenza familiare: metodologia e varie applicazioni.
Frequenza
Per il passaggio all’anno successivo occorre raggiungere almeno l’80% delle presenze per ognuno dei momenti formativi (lezioni e Training Group).

Esami
- Al termine di ogni annualità l’allievo presenta un lavoro scritto su almeno tre libri indicati nella bibliografia di riferimento e uno o più elaborati sul proprio vissuto.
- Al termine del secondo anno il conduttore terrà con ciascun allievo un colloquio individuale al fine di valutare l’idoneità o meno alla partecipazione al terzo anno.
- Al termine del terzo anno l’allievo affronterà un colloquio finalizzato ad accertare l’idoneità o meno al diploma e un esame orale sulle conoscenze teoriche maturate nel corso del triennio.
- L’allievo ritenuto idoneo potrà preparare e poi discutere la tesi entro dodici mesi dal colloquio conclusivo.

Per informazioni più dettagliate si può consultare il sito www.centrolafamiglia.org

Realizzazione siti web www.sitoper.it